martedì 4 novembre 2008

NECROSI ASETTICA DELLA TESTA DEL FEMORE


Viene denominata anche malattia di Legg-Calvè-Perthes (dai loro scopritori nell'uomo 1910), è una malattia dello sviluppo caratterizzata da necrosi asettica su base distrofica dell'articolazione coxo-femorale. Si riscontra prevalentemente nei cani di piccola taglia, generalmente monolaterale (85%), causa zoppia posteriore con possibile dolore alla manipolazione. I sintomi compaiono tra i 4 e i 13 mesi di età a volte in modo acuto con andamento progressivo. Le cause sembrano derivare dal tipo di vascolarizzazione delle teste femorali, per lo più sub sinoviale, associate a traumatismi ripetuti o alterazioni metabolico-ormonali: il tutto sino a portare ad un ischemia della zona centrale della testa femorale. L'evoluzione della malattia porta inizialmente a una degenerazione del tessuto osseo con trasformazione in tessuto cartilagineo visibile radiologicamente come una rarefazione e un , riassorbimento osseo fino a giungere ad una completa displasia acetabolare con grave eburneizzazione e lisi ossea. La diagnosi viene confermata tramite una radiografia dorso ventrale standard del bacino (VD1). La terapia medica non produce risultati soddisfacenti, di elezione è l'intervento chirurgico di ostectomia della testa e del collo femorale. La ripresa funzionale di questi soggetti è rapida ed ottima. Le razze più colpite sono pinscher, barboncino, bassotto, carlino, maltese, pechinese, tutti i piccoli terrier (fox, jackrussel, scottish, whw, yorshire) ed altre di piccola taglia.

6 commenti:

Morwsna ha detto...

Salve,
Ho portato questa mattina il mio piccolo westy a fare le radiografie.. presenta dolore nelle zampette posteriori...

Fidel ha 5 mesi, compiuti il 25 ottobre.

Stavo informandomi su internet sugli eventuali risultati dell'operazione e sulla recuperazione.

Il suo post mi conforta moltissimo

Un saluto

Valentina ha detto...

Il mio westi, di nove mesi, presenta una necrosi alla testa del femore. Ho sentito parlare di un'alternativa all'intervento che consiste nella iniezione di cellule staminali. Qualcuno potrebbe darmi maggiori informazioni?grazie

atranda ha detto...

il mio cucciolo pechinese nano ha la necrosi bilaterale. 5 gg fà è stato operato , la testa del femure è stata asportata. si riprende in fretta, ogni giorno si vedono miglioramenti. siccome anche la necrosi si vede nella lastra anche nell'anca opposta, si dovrà intervenire anche li, mi è stato detto forse in un mese , un mese e mezzo. spero proprio che finisca tutto bene, ha solo 8 mesi e mezzo e soffrire tanto mi fa impazzire solo guardandolo negli occhi. cmq, per quei che hanno la stessa problema, il prezzo del intervento è diverso, ho trovato differenze di 900 euro tra un medico e altro, quindi, guardate bene .

Flavio Antonio Pannone ha detto...

Ieri il mi cane, un bolognese di soli 10 mesi, è stato operato per la necrosi asettica della testa del femore. Ebbene consiglio a tutti di rivolgersi all'università di veterinaria del luogo ove abitate. Io mi sono rivolto all'Università di Veterinaria di Napoli e l'intervento compresa la sedazione è stato di Euro 365,00, oltre al fatto che è stato operato da un prof. della stessa Università. Ovvio che il mio cane ieri sera ed anche stamattina era una pezza, ma mi hanno detto amici che hanno effettuato lo stesso percorso che la ripresa è continua e giornaliera......aspetto

Aless Audisio ha detto...

Buongiorno vorrei notizie da qualcuno sul decorso post operatorio della necrosi asettica della testa del femore. Devo far operare la mia Lea e sono un pò preoccupata. Grazie

lo staff ha detto...

Generalmente il decorso è ottimo, nella nostra esperienza la ripresa inizia molto presto e nell'arco di breve tempo non si nota la differenza con l'altra zampa.
Lo Staff della Clinica Borgarello
www.clinicaborgarello.it

Posta un commento